Crostata con Namelaka al limone e zafferano


Una frolla friabile e deliziosa, una crema morbida e avvolgente, questa crostata con namelaka al limone e zafferano è un’autentica libidine, un vero assaggio di paradiso. Se vi state chiedendo cosa sia la namelaka, altro non è che  una crema a base di cioccolato bianco super cremosa e irresistibile, la si finirebbe tutte a cucchiaiate, semplicissima da preparare.  Aromatizzata con il succo di limone e lo zafferano diventa ancora più speciale, un dolce fresco perfetto da servire a fine pasto o come merenda.

Ingredienti per la frolla

  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 120g di zucchero
  • 90g di olio di semi di girasoli
  • 70g di farina di mandorle o mandorle intere
  • 260g di farina 00
  • la buccia di un limone
  • 1 cucchiaino di lievito

Ingredienti per la namelaka

  • 350g di cioccolato bianco
  • 400g di panna fresca
  • 200g di latte
  • 80g di succo di limone
  • 6g di gelatina
  • la buccia grattugiata di due limoni non trattati
  • 1 bustina di zafferano

Procedimento

Per prima cosa riducete le mandorle in farina con un tritatutto se non avete la farina di mandorle già pronte. Ora riunite in una ciotola, le uova, l’olio, lo zucchero e gli aromi e mescolate per far sciogliere un poco lo zucchero.

Aggiungete la farina 00 e quella di mandorle, il lievito ed impastate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. 

Stendete l’impasto ottenuto, con un matterello, su un foglio di carta forno leggermente infarinato, ungete  e infarinate una teglia per crostata, possibilmente con fondo amovibile e aiutandovi con il foglio di carta forno, capovolgete la frolla stesa sulla teglia. Con le mani fate aderire la frolla alle pareti e facendo rotolare il matterello sui bordi, togliete l’eccesso di pasta.

Dovrete effettuare una cottura alla cieca, quindi inserite all’interno del guscio di frolla un foglio di carta forno e aggiungeteci del riso o dei fagioli. Cuocete in forno statico a 180 gradi per 30/35 minuti. Passati i primi 15 minuti levate il riso e il foglio di carta in modo che si dori anche all’interno.

Intanto che la frolla cuoce potete dedicarvi alla preparazione della namelaka. Mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti. Sciogliete il cioccolato bianco a bagno maria, oppure nel microonde e scaldate il latte. Nel latte caldo stemperate lo zafferano e poi scioglieteci la gelatina ben strizzata.

A questo punto versate il latte nel cioccolato bianco e mescolate con la frutta, inizialmente sembrerà che il composto impazzisca, ma continuando a mescolare tutto tornerà fluido, potete anche aiutarvi con un minipimer. 

Versate poi il succo di limone, la buccia grattugiata e la panna fredda ed amalgamate il tutto.   

Quando il guscio sarà ben freddo, versateci dentro la namelaka e poi mettete la crostata in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte.