Danubio dolce natalizio


Non c’è colazione più dolce di quella di Natale, tra pacchetti scartati, lustrini e prelibatezze preparate con mani amorevoli. Di sicuro sulla vostra tavola imbandita a festa non potrà mancare questo lievitato, semplice da realizzare, come ogni mia ricetta, ma molto scenografico. Potrete cambiare la farcita secondo i vostri gusti, utilizzando sia la crema di nocciole che un’altra marmellata. Io ho scelto quella di lamponi per il suo colore rosso accesso, che si addice all’occasione.

Ingredienti

  • 300g di farina manitoba
  • 300g di farina 00
  • 150g di zucchero
  • 200g di latte tiepido
  • 80g di burro morbido
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito di birra disidratato
  • 2 uova
  • la buccia di un’arancia e di un limone
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o mezza bacca di vaniglia
  • 1 cucchiaio di rum
  • 400 g di marmellata di lamponi

Procedimento

Un paio di ore prima di preparare questa brioche, togliete il burro dal frigo in modo che raggiunga la giusta consistenza e preparate il mix di aromi. Io lo preparo secondo un procedimento imparato da Simona di Tavolartegusto.

Dopo aver lavato e asciugato l’arancia e il limone, grattugiatene la buccia e inseritela in una ciotola, aggiungeteci anche l’estratto di vaniglia o i semi della bacca, insieme al rum, coprite con una pellicola e lasciatelo riposare per almeno due ore.

Per realizzare l’impasto potete procedere sia manualmente che con l’uso di una planetaria. Versate nella ciotola la farina, disperdeteci dentro il lievito e praticate al centro una buca in cui ci verserete lo zucchero, il latte tiepido, le uova sbattute e il mix di aromi.

Impastate fino a che tutti gli ingredienti saranno amalgamati, a questo punto potrete unire poco per volta il burro. Aggiungete qualche pezzetto e fate si che sia amalgamato nell’impasto prima di aggiungerne altro. Quando avrete finito il burro e l’impasto sarà liscio e lucido, potete metterlo a lievitare in una ciotola, coperto con pellicola in un luogo caldo.

Io lo metto nel forno, che ho preriscaldato a 50gradi per qualche minuto e poi spento. 

Non deve essere troppo caldo, solo tiepido. I tempi della prima lievitazione sono di circa quattro ore, potrebbero variare a seconda delle condizioni ambientali, ma, in ogni caso regolatevi quando il suo volume sarà raddoppiato.

Ora effettuate le pieghe di rinforzo, stendete con le mani l’impasto su un piano leggermente infarinato e ripiegatelo in tre parti come se fosse un foglio. Portate la parte destra verso il centro e poi ripiegate la sinistra sulla destra. Otterrete un rettangolo che piegherete in tre parti nello stesso modo. 

Ribaltate l’impasto e riponetelo nuovamente a riposare per un’ora. Dopo di che  dividete l’impasto in panetti da circa 90 g ciascuno, allargateli con le mani a formare dei dischi e aggiungeteci al centro un cucchiaio di marmellata, richiudete a fagotto e cercate di formare una pallina, disponeteli distanziati nello stampo e lasciateli lievitare nuovamente in un luogo tiepido, ci vorrà circa un’ora e mezza.

Quando la brioche sarà lievitata, sbattete un tuorlo con due cucchiai di latte e spennellate la superficie. decorate con zuccherini e ciliegine.

Cuocete a 180 gradi per 25/30 minuti.